lunedì, dicembre 18, 2006

Chi visse sperando morì...

Sono a Torino, e siccome sul lavoro sono bloccato per motivi tecnici, mi trovo a pensare alla vita e al modo migliore per viverla.
Parafrasando un noto adagio, chi visse sperando miri cag...o. Penso se valga la pena stare dietro a dei miti irraggiugnibili, come il posto fisso, il mutuo sulla casa, dei figli, un matrimonio, o lanciarsi a capofitto nei propri sogni, aprire un chiosco su una spiaggia cubana, stare tutto il giorno sotto le coperte a coccolarsi con il proprio amore, realizzare tutte quelle idee che avevamo da bambini e che con gli anni si sono dimenticate (costruire il galeone dei pirati LEGO, fare un puzzle da 10000 pezzi, etc.).

Ritengo che forse la vita non sia abbastanza lunga per fare tutto quello che desideriamo, allora bisogna assaporarne ogni singolo istante, oppure mettere tutti i nostri sforzi nella realizzazione del nostro sogno più grande. Di notevole ispirazione potrebbe essere un video che ho trovato su YouTube, dove un kiwi (uccello non in grado di volare australiano) realizza il suo più grande sogno ad ogni costo.

Buona visione

1 commento:

f4v0 ha detto...

beh è bellissimo